Articles by SNALS Caserta

CASERTA, SUL DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO INTERVIENE LO SNALS – CONFSAL :” UN PIANO CHE NON DA GIUSTIZIA AL TERRITORIO”

Francesco gresini – Segretario provinciale SNALS “Parturient montes, nascetur ridiculus mus (I monti avranno le doglie del parto, nascerà un ridicolo topo)”. Mi perdoni Ovidio per aver ripreso una sua citazione – dichiara il prof Gresini Francesco segretario provinciale del Sindacato Snals Confsal – riferendosi alla seconda delibera della Giunta Comunale della Città di Caserta sul piano di dimensionamento della rete scolastica. Dalla prima delibera della Giunta comunale dell’8 ottobre a Caserta si è parlato molto del dimensionamento con interviste, manifestazione di protesta sotto il Comune, rassicurazione di esponenti politici presso alcune scuole e, pertanto mi corre l’obbligo di fare una cronistoria di quanto accaduto. Il 4 ottobre i sindacati, nel rispetto delle linee guida, furono convocati dall’Assessore alla P.I. presso il Comune di Caserta per dare un parere sul suddetto piano. In quell’occasione furono fatte rilevare criticità sulla proposta dell’amministrazione comunale e presentato una progetto che non voleva significare…

Condividi

Corsi di preparazione al concorso ordinario sc. primaria comune e sc. infanzia comune – gratuiti per gli iscritti

Lo SNALS ha organizzato un corso on line per la preparazione al concorso di scuola primaria e scuola dell’infanzia. Tale corso è gratuito per gli iscritti e per i loro familiari. Per ricevere le credenziali di accesso rivolgersi alle nostre sedi a partire dal giorno 3 dicembre. SNALS_LOCANDINA-PRIMARIA-CONCORSO-1Download SNALS_LOCANDINA-INFANZIA-CONCORSODownload SNALS_SCHEDA-DIDATTICA-PRIMARIA-CONCORSODownload SNALS_SCHEDA-DIDATTICA-INFANZIA-CONCORSODownload

Condividi

Formazione del personale: firmata l’ipotesi di contratto integrativo nazionale per la ripartizione delle risorse alle scuole per il triennio 2019/20 – 2020/21 – 2021/22

Con l’ipotesi di contratto sottoscritto tra Miur e Organizzazioni Sindacali sono stati definiti i criteri per ripartire direttamente alle scuole le risorse per la formazione del personale docente, educativo e ATA. Il 60% delle risorse disponibili sarà assegnato alle scuole, la parte restante resterà a disposizione dell’Amministrazione centrale per le attività di formazione a carattere nazionale.Dopo molti anni la materia della formazione è stata ricondotta alla contrattazione, come previsto dal CCNL 2016/2018.Si tratta di una grande innovazione perché le scuole, in piena autonomia, potranno utilizzare le risorse assegnate per programmare e finanziare il proprio piano di formazione in coerenza con il Ptof, nel rispetto delle prerogative degli organismi collegiali e riconoscendo anche il diritto alla formazione nella modalità dell’autoaggiornamento individuale.Alle scuole polo è affidata la funzione di coordinamento della gestione delle attività di formazione promosse direttamente dal Miur e non realizzabili dalle scuole singolarmente (come la formazione per i neo-assunti).Le…

Condividi