PERSONALE ATA GRADUATORIE DI ISTITUTO TERZA FASCIA TRIENNIO 2017/2020

A seguito di numerose richieste pervenute relative alle graduatorie di istituto di 3° fascia del personale ATA per il triennio 2017/2020, si fa presente quanto segue:
– la presentazione del modello di domanda di scelta delle istituzioni scolastiche (modello D3) avverrà tramite istanze on line secondo modalità e termini che saranno successivamente comunicati dal MIUR. Al momento, stante lelevato numero di domande presentate, non è possibile ipotizzare un termine;
– ciascun aspirante a supplenza potrà indicare nel modello D3 complessivamente non più di trenta istituzioni scolastiche della provincia in cui ha presentato domanda per linsieme dei profili professionali cui ha titolo;
– nel limite delle trenta istituzioni scolastiche, laspirante può includere o meno listituzione scolastica destinataria del modello di domanda D1 (nuova inclusione) o D2 (conferma);
– qualora laspirante, che abbia inoltrato o presentato allistituzione scolastica scelta per la valutazione della domanda il modello D1 o D2, non inoltri il modello D3 di scelta delle istituzioni scolastiche, tramite le istanze on line, verrà automaticamente attribuita come istituzione scolastica ai fini dellinclusione nelle graduatorie di circolo e distituto di terza fascia, la sola istituzione scolastica destinataria della domanda;
– nella pagina personale su istanze on line, se la domanda è stata caricata al sistema dalla scuola ove è stata presentata, ciascun aspirante può visualizzare il punteggio attribuito;
– attualmente, per portarsi avanti, è possibile scegliere preventivamente le 30 scuole presso cui chiedere linclusione in graduatoria tramite il modello D3 utilizzando lapplicazione Personale ATA sedi esprimibili inserita nella home del MIUR Aggiornamento graduatorie distituto personale ATA;
– è ammesso reclamo al dirigente della scuola che gestisce linserimento, avverso lesclusione o nullità, nonché avverso le graduatorie. Il reclamo deve essere prodotto entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria. Nel medesimo termine si può produrre richiesta di correzione degli errori materiali. Decisi i reclami ed effettuate le correzioni degli errori materiali, lautorità scolastica competente approva la graduatoria in via definitiva. Dopo tale approvazione, la graduatoria è impugnabile con ricorso giurisdizionale al giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro;
– la pubblicazione delle graduatorie avverrà contestualmente nell’ambito della medesima provincia. A tal fine l’ufficio Territoriale competente, previa verifica del completamento delle operazioni, fisserà un termine unico per tutte le istituzioni scolastiche.

Condividi