​ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DELLINFANZIA PER LANNO SCOLASTICO 2016/17 – CONTINGENTE DI NOMINA  NOTA MIUR

Tale nota, indirizzata ai Direttori Generali degli UU.SS.RR. di Calabria, Campania e Sicilia, fa seguito alla nota prot. 22701 dell11 agosto 2016, con la quale è stato trasmesso il DM 621 del 5 agosto 2016 e il contingente delle nomine in ruolo e rende noto che sarà emanato un DM integrativo, che conterrà, sempre per la scuola dellinfanzia, una modifica dei posti vacanti e disponibili già comunicati. Poiché nelle regioni interessate (Calabria, Campania e Sicilia) sono ancora vigenti le graduatorie del concorso della scuola dellinfanzia (di cui al DDG n. 82/2012), per consentire l’attuazione delle operazioni previste, la nota trasmette le nuove disponibilità determinate per tali uffici.

Condividi

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO DEL PERSONALE EDUCATIVO PER L’ANNO SCOLASTICO 2016/17

Il Miur ha emanato, in data 26 agosto 2016, la nota n. 23716, avente per oggetto: “Assunzioni a tempo indeterminato del personale educativo per l’anno scolastico 2016/17 ai sensi dell’art. 39, comma 3, della legge 27 dicembre 1997, n. 449 per effetto delle cessazioni del personale educativo”. Con la nota il Miur comunica il contingente di nomine in ruolo di personale educativo per l’anno scolastico 2016/2017, pari a 53 posti, definito con il DM n. 648 del 19 agosto 2016. Alla nota sono allegati il DM n. 648 e le tabelle analitiche che evidenziano, per ciascuna provincia, il riparto del numero massimo di assunzioni da effettuare; circa le istruzioni operative per le nomine del personale educativo, la nota rinvia, per quanto compatibili, alle istruzioni allegate alla nota prot. n. 21833 del 5 agosto 2016. Al personale nominato a tempo indeterminato verrà assegnata, per l’anno scolastico 2016/17, la sede provvisoria di…

Condividi

Chiamata diretta: i sindacati scuola presentano ricorso al Tar Lazio

Posta la questione di legittimità costituzionale Chiesta la discussione d’urgenza nel merito e la sospensiva in via cautelativa.   FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS Confsal oggi hanno presentato ricorso al tribunale amministrativo contro le procedure della cosiddetta “chiamata diretta”. Il ricorso mette in evidenza le illegittimità nella gestione amministrativa e nei rapporti contrattuali del personale. Le procedure attuative del provvedimento, infatti, stanno generando effetti negativi sia in termini di lesione dei diritti che della dignità professionale del personale. Nel ricorso, oltre a impugnare le “Linee di orientamento” diffuse dal MIUR, è stata posta ai giudici amministrativi la questione di legittimità costituzionale del provvedimento e delle norme di legge da cui trae origine. Legge e provvedimenti attuativi, consentendo di fatto un’assoluta discrezionalità del dirigente, ledono profondamente  principi cardine del nostro ordinamento,  tra cui l’imparzialità della pubblica amministrazione, la libertà di insegnamento, il diritto all’apprendimento degli alunni nell’ambito del sistema…

Condividi