CONTRATTO COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA: RIPARTE IL NEGOZIATO ALL’ARAN

Dopo la nostra ferma richiesta di incontro, oggi all’Aran è ripresa la trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro del comparto “Istruzione e Ricerca”.

Presenti all’incontro il presidente dell’Aran, dott. Gasparrini e le Confederazioni e Organizzazioni sindacali rappresentative. Lo Snals-Confsal era presente con una delegazione guidata dal nostro Segretario generale, Elvira Serafini e dal Vicesegretario vicario, Irene Tempera.

L’incontro è stato interlocutorio. Gasparrini, al fine di snellire la complessità del lavoro, ha proposto, come metodo di lavoro, di distinguere il settore Scuola dai settori Afam, Università e Ricerca sui quali si potrebbe adeguare il contratto, appena firmato, delle Funzioni Centrali che presenta degli aspetti comuni.

Tutte le OO.SS. non hanno condiviso la proposta, sottolineando la specificità e l’autonomia dei vari settori, molto diversi tra loro e, quindi, la difficoltà di adeguamento con il contratto delle Funzioni Centrali. Tutte hanno espresso le proprie posizioni per giungere ad un buon contratto.

Il Segretario generale Serafini ha proposto di cominciare a lavorare nel prossimo incontro su una bozza di testo contrattuale, partendo innanzitutto dalla parte normativa sulla quale, nel corso degli anni, sono intervenute massicce incursioni legislative che ne hanno violato la natura.

Occorre, pertanto, rivisitare la parte normativa, al fine di rivalutare la funzione docente e la professionalità di tutto il personale del comparto, migliorandone i contenuti e tenendo conto delle specificità dei vari settori, distinti dal resto della P.A.. Per quanto riguarda la parte economica, ha chiesto che siano contrattualizzate tutte le risorse della legge 107, essendo gli 85 euro proposti insufficienti per un contratto di qualità.

Ha chiesto, poi, una calendarizzazione degli incontri per definire meglio i tempi del negoziato e organizzare al meglio il lavoro.

Il dott. Gasparrini, tenendo conto delle posizioni dei sindacati, ha affermato che l’Aran è già in grado di sottoporre un’ipotesi di contratto per la parte relativa al modello di relazioni sindacali e alla parte economica.  L’ipotesi sarà presentata nel prossimo incontro, fissato per giovedi’ 4 gennaio p.v., alle ore 9,30.

Condividi