ESITI MOBILITA’ 2016/2017 – POSSIBILITA’ DI RICORSO

Come ormai noto, le operazioni di mobilità territoriale per l’a.s. 2016/2017 relativamente alla scuola dell’infanzia e primaria, sono risultate fortemente viziate da errori “seriali” di valutazione e da macroscopiche incongruenze nei criteri di assegnazione delle sedi. Lo stesso è avvenuto anche per i trasferimenti nella scuola di II grado.

A fronte dell’evidenza il MIUR, senza mai fornire chiarimenti in merito all’algoritmo elaborato per i trasferimenti dei docenti e dunque sui criteri operativi predisposti, si è limitato a proporre ai docenti pregiudicati da tale situazione, molti dei quali si sono visti illegittimamente scavalcati nell’assegnazione degli ambiti territoriali prescelti da colleghi con minor punteggio e senza titoli di precedenza/preferenza, l’istituto della “conciliazione” previsto dall’art. 135 del vigente CCNL.

comunicato Snals

Condividi