NOTA UNITARIA DEI SINDACATI

Le OO.SS. regionali della Campania respingono fermamente la variazione dell’organico di diritto della scuola secondaria di secondo grado prospettata dall’Amministrazione scolastica regionale, su indicazioni del MIUR, che avviene a metà delle operazioni di mobilità, fattispecie mai registrata in una procedura che, per evidenti problemi di legittimità, non può prevedere, ad organico già determinato, modifiche dello stesso.

Tale variazione di organico, infatti, è un’evidente lesione dei diritti dei docenti e una palese violazione del Contratto sulla mobilità:

organici-19-07-16

Condividi