RICOSTRUZIONE DI CARRIERA DEI DSGA – DELIBERAZIONE CORTE DEI CONTI-SEZIONE CENTRALE – NOTA DEL MIUR

Come è noto, la Corte dei Conti, chiamata a pronunciarsi, in Adunanza Generale, sulla legittimità di alcuni decreti di ricostruzione di carriera, di personale transitato dalla qualifica di “responsabile amministrativo” a quella di “Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi”, ha espressamente stabilito il principio che:

“L’inquadramento dei soggetti transitati dalla qualifica di “responsabile amministrativo” a quella di “direttore dei servizi generali e amministrativi” ai sensi dell’art. 34 del CCNL 26.05.1999, Comparto scuola, continua a trovare la sua disciplina nell’articolo 8 del CCNL 15.03.2001 (metodo della c.d. temporizzazione), restando conseguentemente escluso per tali dipendenti il riconoscimento dell’intera pregressa anzianità di servizio”.

Il Collegio, infatti, “non ritiene logicamente sostenibile che l’art. 142 del CCNL 2003, nel “far salva” dall’abrogazione la norma di legge sul riconoscimento dell’anzianità pregressa, abbia inteso abrogare, anche per il pregresso, il metodo della temporizzazione”.

A riguardo il MIUR, con la nota pervenuta in data odierna e che provvediamo ad inserire in area riservata, ha chiesto rassicurazioni agli UU.SS.RR. sull’aver fornito ai dirigenti scolastici le indicazioni necessarie affinché siano adottati provvedimenti di ricostruzione di carriera conformi al principio affermato dalla Corte dei Conti, in conseguenza del quale il meccanismo della temporizzazione e, dunque, l’art. 8 CCNL 2001, dovrà essere necessariamente applicato a tutti coloro che hanno avuto accesso dal profilo di responsabile amministrativo al profilo di D.S.G.A., per mezzo della frequenza di corso di formazione, senza aver espletato la procedura concorsuale ordinaria per esami e titoli prevista dal CCNL 1999, e a prescindere dall’anno in cui si è verificato il passaggio e, quindi, anche successivamente alla data del 24 luglio 2003.

Condividi