Concorso a cattedra: il T.A.R. del Lazio cambia orientamento ed ammette alla selezione gli insegnanti Tecnico Pratici inizialmente esclusi perché privi di abilitazione.

Con Ordinanza cautelare n. 2154/2016 del 28 aprile, il T.A.R. del Lazio ha cambiato il proprio orientamento ed ha ammesso a partecipare con riserva al concorso gli I.T.P. precedentemente esclusi perché privi di abilitazione.

Per il Tribunale, dunque, il bando presenta evidenti profili di illegittimità per violazione dell’art. 402 D.lgs 297/94, dell’art. 10, d.m. n. 249/2010 e dell’art. 3, comma 2, d.p.r. n. 19/2016, nella parte in cui ha escluso tale categoria di docenti.

A sostegno della rilevante decisione il T.A.R. ha infatti argomentato che: gli I.T.P sono stati esclusi dalla partecipazione ai T.F.A. istituiti con d.m. 249/2010 e non rivestivano la qualità di soggetti destinatari dei cd. PAS, in quanto al momento dell’attivazione della procedura speciale di abilitazione non avevano ancora mai prestato servizio in qualità di docenti;

la gravata disposizione del bando, ad un primo sommario esame proprio della presente fase cautelare, appare contrastare, con riferimento agli insegnanti tecnico pratici oggettivamente impossibilitati a partecipare alle procedure abilitative speciali sinora bandite, con le disposizioni normative che, all’opposto, non appaiono aver mai istituito procedure abilitative ordinarie per tale categoria di insegnanti (cfr. art. 402, d. lgs. n. 297/1994).

Condividi