Elenchi aggiuntivi sostegno – Diritto all’inserimento a pettine – Il Tribunale di Santa Maria C.V. accoglie i nostri ricorsi

Importante vittoria in Tribunale per alcuni nostri iscritti.
Triplice successo presso il Giudice del Lavoro di Santa Maria C.V., grazie all’azione legale intrapresa in favore di alcuni nostri iscritti dall’avv. Antonio Rosario De Crescenzo.
Nel caso di specie, i docenti avevano dichiarato il conseguimento del titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2015, per cui ai sensi del D.M. 325/2015 avevano legittimamente richiesto l’iscrizione negli elenchi aggiuntivi del sostegno.
Tuttavia venivano collocati in coda nei predetti elenchi, con grave pregiudizio per gli stessi dato dalla irrimediabile perdita della possibilità di essere reclutati in ruolo su alcuni posti risultati vacanti e disponibili in organico, assegnabili nel contesto della Fase 0 del piano straordinario di assunzioni di cui alla Legge n. 107/2015 e D.D.G. n. 767/2015.
Supportati dal nostro sindacato, che invero ha sempre sostenuto l’illegittimità della collocazione in coda negli elenchi aggiuntivi del sostegno per i docenti neo abilitati, i docenti hanno promosso ricorso d’urgenza dinanzi al Giudice del Lavoro di Santa Maria Capua Vetere, che ha pienamente accolto la tesi argomentativa prospettata dal legale, disponendo con le ordinanze nn. 5610/16; 5431/16 e 5462/16, l’immediato inserimento “a pettine” e non in coda di tutti i ricorrenti negli elenchi aggiuntivi del sostegno, facendo altresì ordine al competente Ufficio scolastico provinciale di Caserta di provvedere alla individuazione e nomina degli stessi ai fini dell’assunzione in ruolo nel contesto della Fase 0 del piano straordinario di assunzioni, sui posti risultati effettivamente vacanti e disponibili.

Condividi